PCP 3

PCP3
34,50 €

Formato: 250gr polvere

Posologia: 1 misurino 2 volte al giorno 10 minuti prima dei pasti principali sciolto in abbondante bicchiere di acqua, bere immediatamente

Utilizzo: Aiuta a ristabilire una normale regolarità intestinale, inoltre grazie alle sue fibre è in grado di diminuire l’assorbimento di zuccheri e grassi immessi con la dieta.

Quantità
Non disponibile

Componenti Attivi:

Apporto componenti attivi
Psillio fibra
Inulina da cicoria
Gomma di Guar

Psillio: Lo psillio è generalmente indicato per le stipsi croniche, perché i suoi semi lo rendono un efficacissimo ma innocuo lassativo naturale, grazie alla presenza di una mucillagine, che al contatto con l'acqua si rigonfia e aumenta di volume. Le mucillagini sono polisaccaridi di composizione chimica complessa, appartenenti alla categorie dellefibre idrosolubili e dotati di effetto emolliente e protettivo per le mucose e lassativo.
Tuttavia lo psillio è utile non solo in caso di stitichezza, ma anche in presenza di diarrea. In quest'ultimo caso agisce assorbendo l'eccesso di liquidi e aumentando la consistenza del bolo fecale (detto anche chimo). La mucillagine ha inoltre proprietà antinfiammatorie e lenitive sulla mucosa, è quindi indicata nelle coliti e in tutte le irritazioni delle pareti del sistema gastroenterico.

I semi di psillio vantano anche proprietà prebiotiche, grazie alla loro capacità di favorire la crescita di una flora battericapsilli a discapito dei ceppi patogeni ad azione putrefattiva. Sono quindi utili per rinforzare le difese immunitarie, migliorare l'efficienza intestinale e prevenire il cancro al colon-retto (la loro fermentazione dà origine ad acidi grassi a corta catena che, oltre a fungere da substrato energetico per le cellule della mucosa del colon, sembrano esercitare un ruolo protettivo sullo sviluppo di questa patologia). Infine, i semi contenendo questa fibra, contribuiscono a ridurre l'assorbimento intestinale dei grassi e degli zuccheri con diminuzione del colesterolo e dei trigliceridi e della glicemia a livello ematico.

Inulina: L’inulina è un oligosaccaride, ovvero uno zucchero semplice , viene estratta soprattutto dalle radici di cicoria, ma anche dai tuberi di dalia e dal tartufo bianco. L’inulina appartiene a una delle famiglie di fibre alimentari, nella fattispecie ai fruttani (anche frutto-oligosaccaridi). Per l’uomo l’inulina è praticamente indigeribile e viene quindi considerata un carboidrato indisponibile; sostanzialmente può essere considerata una fibra solubile.
Nonostante sia indigeribile, l’inulina ha diverse caratteristiche interessanti che hanno attirato l’interesse di diversi ricercatori.

Fra le proprietà che le vengono attribuite ci sono sia quella di facilitare la digestione sia quella di ridurre il gas intestinale; infatti, questa fibra aumenterebbe la densità di bifidobatteri e diminuirebbe quella di batteri nocivi è da considerarsi inoltre un buon prebiotico. L’inulina  agevola inoltre la regolarità intestinale e sembra anche ridurre l'assorbimento del colesterolo e migliorare l'assorbimento di calcio a livello dell'intestino.

Gomma di Guar: Guar è il nome di una pianta erbacea annuale (Cyamopsis tetragonolobus, fam. Leguminose) di origine indiana, ma coltivata anche in diverse altre parti del mondo, Alta non più di due metri, produce frutti (bacelli) contenenti 5-9 semi dai quali si ricava la famosa gomma di guar. Dal punto di vista chimico si tratta di un polisaccaride idrocolloidale, costituito principalmente da galattomannani ad alto peso molecolare.
Confermate da numerosi studi, le virtù ipoglicemizzanti della gomma di guar dipendono dalla sua capacità di regolarizzare l'indice glicemico del pasto, rallentando e riducendo l'assorbimento dei glucidi; per questo motivo rappresenta un complemento utilissimo nell'alimentazione dei diabetici.
La gomma di guar è indicata anche per chi soffre di colesterolo alto, vista la sua capacità di abbassare i livelli ematici delle LDL. La fermentazione intestinale di questa fibra, operata dalla flora batterica locale, origina acidi grassi a corta catena, alcuni dei quali, dopo essere stati assorbiti, vengono veicolati direttamente al fegato. Giunti in questa sede, gli acidi grassi a corta catena espletano la loro azione ipocolesterolemizzante riducendo la sintesi di colesterolo.
Come tutte le fibre idrosolubili, anche la gomma di guar ha proprietà chelanti. Il composto gelatinoso a cui dà origine nell'intestino interferisce con l'assorbimento dei sali biliari, dei grassi e del colesterolo, contribuendo a migliorare il profilo lipidico del sangue.

La gomma di guar viene utilizzata nell'ambito di diete globalmente finalizzate al controllo o alla riduzione del peso corporeo. Le sue notevoli proprietà igroscopiche favoriscono la distensione gastrica, inibendo di riflesso l'appetito. L'effetto dimagrante della gomma di guar sembra essere tempo e dose-dipendente (quanto più e quanto più a lungo viene assunta e tanto maggiori sono i suoi effetti positivi sulla perdita di peso). Si consiglia tuttavia di non superare le dosi di assunzione consigliate, dal momento che quantitativi superiori potrebbero causare disturbi intestinali (flatulenza, meteorismo) e ridurre in maniera importante anche l'assorbimento di nutrienti utili all'organismo. Infine, se accompagnata da abbondanti quantità d'acqua, la gomma di guar può rivelarsi un complemento utile anche nella cura della stitichezza.

16 altri prodotti della stessa categoria: